Case della salute, un’intervista a Brunella Guida e un incontro di approfondimento

By 13 febbraio 2018articoli

CASE DELLA SALUTE

Un’intervista a Brunella Guida, consigliera di Coalizione Civica per il Quartiere Navile, su Radio Città del Capo e un incontro di approfondimento mercoledì 14 febbraio ore 19 Sala Blu del Centro Civico Lame via Marco Polo 51, un confronto tra medici italiani e brasiliani sul “modello” Casa della Salute al Quartiere Navile.

Per approfondire un percorso di in/formazione aperta alla cittadinanza su modelli e temi della sanità pubblica, in risposta a una necessità emersa in particolare nell’ultimo incontro del 31 gennaio scorso, l’Assemblea Casa della Salute Navile, di cui Coalizione Civica fa parte, promuove un incontro pubblico con medici italiani e brasiliani.
Mercoledì 14 febbraio alle ore 19.00, nella Sala Blu del Centro Civico Lame (via Marco Polo, 51 – Bologna), a confrontarsi con i cittadini saranno Ardigò Martino, medico specialista in organizzazione delle cure primarie, Samuel Messias Soares Filho e Paulo Celso Nogueira Fontão, specialisti in medicina di famiglia e di comunità a São Paulo (Brasile) entro la Facoltà di Santa Marcelina, gestita in cooperazione internazionale con il Canada.

L’incontro è organizzato a margine del laboratorio internazionale “Le cure primarie nel XXI secolo”, promosso dai medici della “Campagna italiana per un nuovo modello di Cure Primarie”, che si svolgerà dal 16 al 19 febbraio in varie sedi universitarie e sanitarie di Bologna (info 2018phc.wordpress.com), e del “Laboratorio Italo-Brasiliano di Formazione, Ricerca e Pratiche in Salute Collettiva”, organizzato dall’Università di Bologna con l’Assessorato regionale alle Politiche per la Salute, in programma sempre a Bologna dal 19 al 23 febbraio.


Perché abbiamo bisogno delle Case della Salute? A cosa servono? Come dovrebbero funzionare?
A queste domande, nate nella cittadinanza in occasione della recente (e ancora largamente frammentaria) apertura al pubblico della Casa della Salute Navile tra via Delfino Insolera e via Nanni Svampa, le istituzioni territoriali e sanitarie non hanno dato risposta (o meglio: hanno preferito darla finora in sedi di partito e di campagna elettorale, convocando solo tardivamente un primo incontro pubblico per il 21 febbraio…. alle ore 16, orario che certo non favorisce la partecipazione della cittadinanza).
Eppure, la “piena partecipazione” di “tutti gli individui e famiglie della comunità” rientra tra gli elementi essenziali della Casa della Salute, come delineata dalla normativa della Regione Emilia-Romagna. Al contrario, i cittadini del Navile non sono stati coinvolti nel passaggio dai presidi territoriali esistenti (Tiarini, Montebello, Marco Polo, Byron) a quello nuovo, e temono con buona ragione che nel trasloco una parte dei servizi “si perda” e un’altra parte risulti peggiorata sul piano quantitativo e qualitativo.
Per questo l’Assemblea Casa della Salute Navile, mentre continua la raccolta di firme per convocare un Consiglio di Quartiere aperto come sede opportuna per un confronto nel merito con le istituzioni locali, ha avviato un percorso di approfondimento per conoscere meglio il “modello Casa della Salute”, inteso come opportunità per ripensare il sistema sanitario, avvicinandolo alle persone più fragili e adattandolo a nuovi e diversi bisogni emersi negli ultimi decenni, purché applicato nella sua interezza e nel suo ruolo entro una medicina di comunità nella quale il Brasile ha una lunga, ancorché differente, esperienza.
In questo percorso, i cittadini hanno individuato come fondamentale la presenza e il supporto delle competenze di medici di famiglia, altro tassello essenziale della Casa della Salute, la cui presenza al Navile è al momento largamente incerta, e specialisti di organizzazione sanitaria uniti dal comune intento di promuovere un modello di Cure Primarie collaborativo e partecipato (Comprehensive Primary Health Care, C-PHC), centrato sul paziente e sulle sue reti familiari o di relazioni prossimali.

L’incontro è pensato non come “conferenza”, ma come formazione auto-organizzata e orizzontale; la partecipazione è aperta alla presenza e ai contributi di tutta la cittadinanza. Info: assemblea.salute@gmail.com

Sul tema siamo intervenuti anche in Consiglio Comunale con una serie di domande poste dalla Consigliera Emily Clancy all’Assessore alla Sanità Giuliano Barigazzi, QUI la sua risposta

www.coalizionecivica.it/tag/casa-della-salute/

 

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi