#ideeprimarie UNA SCUOLA IN COMUNE

Data / Ora
12/06/2021
18:00 - 20:00
Luogo
via Azzo Gardino 44
Bologna
via Azzo Gardino 44
Bologna
Categorie

Dal programma di Coalizione Civica:
Rendere protagonisti bambine e bambini, ragazze e ragazzi: dare loro parola e spazio sul piano concreto e simbolico coinvolgendoli nella pratica educativa dei Consigli Comunali dei bambini e delle bambine dei ragazzi e delle ragazze, per un ascolto diretto dei loro bisogni e delle loro proposte”
L’intento del punto di programma citato denuncia un vuoto. Noi che ci candidiamo a governare la città, intendiamo colmarlo.
Si tratta di individuare soluzioni e meccanismi partecipativi che permettano al Comune di avvicinare concretamente le nuove generazioni in formazione nelle scuole di primo e secondo grado: per conoscerne da vicino i bisogni, i disagi, le difficoltà, le aspirazioni le proposte.
Le due esperienze avviate nei quartieri San Donato e Santo Stefano con i Consigli di Quartiere delle Ragazze e dei Ragazzi, nate come progetti pilota per la città di Bologna, hanno dato buoni frutti.
Come proseguire?
Matteo Lepore, candidato alle primarie per la scelta del candidato sindaco di Bologna
e
Emily Clancy, Consigliera comunale Coalizione Civica Bologna
desiderano incontrare chi frequenta le scuole superiori, medie e primarie – in quest’ ultimo caso naturalmente accompagnati/e dai genitori – per discutere dell’idea di istituire anche a Bologna, come già in funzione in tante città del nostro Paese, il Consiglio comunale delle bambine e dei bambini, dei ragazzi e delle ragazze, come per esempio a Milano.
Vogliamo favorire nelle nuove generazioni processi di partecipazione attiva, tesi a migliorare la vita dell’ambiente in cui l* giovani “abitano” e facilitarne al contempo il coinvolgimento nei processi decisionali che l* riguardano.
Un primo passo, una prima consultazione, l’inizio di una riflessione e di un percorso creativo che non potrà che nascere dalla viva collaborazione fra la politica chiamata a prendere decisioni e tutti i soggetti interessati e coinvolti dalla proposta stessa.
Invito esteso a tutte e tutti coloro che hanno a cuore la qualità delle condizioni in cui si formano le nuove generazioni, per dialogare, porre domande, avanzare dubbi e proposte.
𝗡𝗢𝗧𝗔 𝗕𝗘𝗡𝗘:
non intendiamo affatto nascondere che siamo immersi in una campagna elettorale che dovrà decidere prima chi sarà il candidato o la candidata a ricoprire la carica di sindaco/a, per giungere poi alle elezioni municipali di ottobre che decideranno del governo della città.
Questa nota è per noi indispensabile affinché non si osi neppure pensare a strumentalizzazioni o a facili manipolazioni. Chi vorrà sarà libero di partecipare sapendo con esattezza e trasparenza di cosa si parlerà e perché.
Pensiamo che anche i ragazzi e le ragazze, i bambini e le bambine abbiano diritto di parola quando si tratta del governo della città e che sia nostro dovere metterci in ascolto