Serve una città che somigli a Làbas

By 1 Settembre 2017notizie

Ci saranno state 1000 persone all’assemblea per Làbas che hanno rilanciato la manifestazione del 9 Settembre, riapriAMOlàbas. RiapriAMO un luogo e uno spazio con una grande complessità progettuale completamente integrata con il quartiere. Un luogo che questa città, con l’eccezione dell’amministrazione, ha dimostrato di amare. E questo è il punto, quello spazio affronte con un lavoro collettivo tutte le tematiche più problematiche della società attuale e le trasforma in risorse. Dimostrando che è possibile un alternativa di sistema. È una cosa che questa amministrazione fatica a sopportare perchè misura nello specchio di labàs la sua incapacità.

Questa amministrazione preferisce un patto di collaborazione per migliorare un giardino o per gestire un servizio che rafforzano il suo operato, ma va in panico con chi, facendo ciò in cui crede, genera una alternativa di sistema. Perchè di sistema? Non saprei come definire un luogo che intreccia richiedenti asilo, povertà, casa, produzione e consumo di cibo, modello di sviluppo, ambiente, gestione degli spazi, educazione, tempo libero, cultura, cucina, modo di stare insieme.

E così l’obiettivo del 9 non può che essere riapriAMOlàbas, ma il punto non è lavorare perchè alla fine la città accolga la diversità di Làbas ma far si che questa città somigli molto di più a Làbas!


Francesco Luca Basile _ Responsabile Gruppo Ambiente 

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi