NOTA STAMPA
Linee di indirizzo per il “regolamento sulle forme di collaborazione tra soggetti civici e Amministrazione per la cura dei beni comuni urbani e lo svolgimento di attività di interesse generale” – i pareri dei consigli di quartiere

Mercoledì 8 giugno si è concluso l’iter di approvazione dei pareri, nei consigli di quartiere, delle linee di indirizzo per il “Regolamento sulle forme di collaborazione tra soggetti civici e Amministrazione per la cura dei beni comuni urbani e lo svolgimento di attività di interesse generale”. Lo riteniamo un passo importante, in vista della discussione che avverrà in Consiglio Comunale, che va verso la costruzione di una Bologna più inclusiva, che metta al centro la gestione degli spazi pubblici.

Come Coalizione Civica per Bologna abbiamo contribuito a introdurre o rafforzare, negli Ordini del Giorno approvati dai sei consigli di quartiere di Bologna, alcune proposte che riteniamo essere nodi fondamentali per la promozione della partecipazione cittadina alla cura dei beni comuni.

Abbiamo chiesto che l’approvazione del nuovo regolamento dei beni sia contemporanea a una mappatura degli spazi oggi abbandonati (mappatura che Coalizione Civica ha già effettuato a partire dal 2016, grazie al lavoro dell’architetto Piergiorgio Rocchi) e a una prima ipotesi di loro utilizzo, perché vogliamo che il regolamento non rimanga sulla carta ma sia da subito al servizio dei tanti soggetti attivi in città. Inoltre, abbiamo rafforzato l’impegno affinché ci sia il maggior coinvolgimento possibile della cittadinanza in questo processo.
Abbiamo inteso promuovere l’uso temporaneo degli immobili, sia pubblici che privati, perché il costo di uno spazio lasciato vuoto per decenni, abbandonato al degrado senza poter essere luogo di socialità, può essere molto più alto di quello necessario per restituirlo temporaneamente alla città. Gli usi temporanei, nonostante siano già possibili anche a livello normativo regionale, fanno fatica a trovare una traduzione concreta. Il Comune di Bologna farà quindi il massimo che gli è consentito, anche come strumento di pressione in particolare sui privati, su altri enti pubblici o a controllo statale (che sono i principali soggetti proprietari di patrimonio sfitto in città) affinché gli usi temporanei di immobili vuoti possano davvero diffondersi in città, superando finalmente le resistenze.
Nei pareri vi è infine un altro aspetto da sempre importante per Coalizione Civica, ovvero l’impegno dell’amministrazione a lavorare su nuove modalità di assegnazione diretta e ad agire nella direzione della semplificazione e dell’alleggerimento delle responsabilità che oggi gravano sulle spalle di chi si lancia nella gestione di uno spazio o nello svolgimento di attività per la cittadinanza: complicazioni burocratiche e responsabilità che probabilmente oggi frenano sul nascere tante iniziative altrimenti possibili.

 
13 giugno 2022

I Consiglieri di Quartiere di Coalizione Civica per Bologna coraggiosa ecologista solidale:
Cons. Alessandro Barbieri – Quartiere Reno-Borgo Panigale
Cons. Brunella Guida – Quartiere Navile
Cons. Massimiliano Rubbi – Quartiere Navile
Cons. Marco Trotta – Quartiere San Donato-San Vitale
Cons. Francesca Romana D’Amico – Quartiere San Donato-San Vitale
Cons. Enrico Gnudi – Quartiere Savena
Cons. Marina D’Altri – Quartiere Santo Stefano
Cons. Francesco Gentilini – Quartiere Santo Stefano
Cons. Andrea Trombini – Quartiere Santo Stefano
Cons. Federico Grazzini – Quartiere Porto-Saragozza
Cons. Nina Zagareanu – Quartiere Porto-Saragozza
Cons. Carlotta Trippa – Quartiere Porto-Saragozza

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi