Riace non si arresta. Con Mimmo Lucano, colpevole di alto senso di comunità

By 2 Ottobre 2018notizie

Questa mattina, la Procura di Locri e la Guardia di Finanza hanno disposto gli arresti domiciliari per Mimmo Lucano, Sindaco di Riace, e il divieto di dimora per Tesfahun Lemlem, sua compagna .
Come Coalizione Civica Bologna, esprimiamo torale solidarietà a Mimmo Lucano, colpevole di avere un alto senso della comunità e dell’umanità e di dissobedire a norme ingiuste.

Condividiamo quindi questo contributo del nostro Francesco Luca Basile, che da anni conosce bene Riace e la sua storia e che il 19 agosto era con Lucano e altri amministratori locali per parlare di municipalismo (guarda il video e le foto)

“Entrando a Riace, dopo aver risalito per 5 km la strada che porta al paese dalla statale ionica, ci si trova immersi in un’atmosfera coinvolgente e addentrandosi nelle stradine si scoprono i mattoni che Domenico Lucano ha disseminato nel paese negli ultimi tredici anni. Un modello turistico basato sull’ospitalità diffusa recuperando le case abbandonate, la riscoperta arti e mestieri come la tessitura della ginestra e piccole botteghe artigiane, la produzione biologica di olio e conserve e un modello di integrazione di migranti e richiedenti asilo che è ben amalgamato nel tutto. Che si sia un visitatore, un turista o un migrante, la percezione è di trovarsi in un paese in cui il termine accoglienza sembra impregnare anche i muri delle case e in cui in ogni casa o bottega si respira il senso di comunità.

Questa è l’ispirazione di ogni gesto di Mimmo Lucano:
quando dimostra che per accogliere i migranti in calabria bastano 20 euro e il resto può andare a beneficio di servizi che servono a tutta la comunità (altro che business dell’accoglienza);
quando integra commercio equo con attività artigianali locali;
quando sviluppa gestioni di servizi di comunità, quando valorizza le vie dell’acqua o realizza la fattoria didattica;
quando, dieci anni fa, per un moto spontaneo accoglie i migranti e pensa che il suo paese si sta svuotando e lui deve continuare a fare la manutenzione delle tubature e degli impianti fognari che sono usati da sempre meno persone e, forse, questa gente che viene dal mare, che tanto assomiglia alla propria che va via, ha bisogno di una casa e può supportare il futuro di Riace.

Una visione illuminata che fa il bene della comunità e dell’umanità. In un momento in cui cadono le accuse di reato sulla gestione dei fondi dell’accoglienza e si cerca di “arrestare” Mimmo Lucano e il modello Riace per altre azioni ispirate al bene della comunità e all’umanità, Coalizione Civica Bologna è accanto a Mimmo Lucano e contro un governo che si appresta a condonare gli evasori da 500mila euro che hanno arricchito se stessi facendo un danno alla comunità. Se questo è il tempo in cui viviamo accusateci tutt*, insieme a Mimmo, per alto senso di comunità.”

#riacenonsiarresta

Riace patrimonio dell’umanità
Riace non si arresta! A Riace per solidarietà a Mimmo Lucano

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi