Sgombero via De Maria: le domande non sono mai imbarazzanti, le risposte a volte lo sono.

By 14 Ottobre 2016comunicati
Foto di Michele Lapini, la Repubblica Bologna

Foto di Michele Lapini, la Repubblica Bologna

Oggi durante la seduta di Question Time del Consiglio Comunale abbiamo affrontato, insieme a molti altri colleghi consiglieri, il tema della gestione dello sgombero di via De Maria.
Qualche considerazione a caldo sulle risposte, o “non” risposte, degli assessori Gieri e Malagoli.

L’Assessore Gieri, tra le altre cose, ha parlato dell’auspicio espresso dall’Amministrazione alle forze dell’ordine che le operazioni di sgombero si svolgessero “velocemente e serenamente”. E dell’importanza di tenere lontane persone “estranee” – i consiglieri comunali, i giornalisti, gli attivisti?. Di fronte all’evidenza che il sereno auspicio dell’Amministrazione non aveva trovato riscontro nei fatti, l’Assessore ha “serenamente” svolto il seguente breve ragionamento: tu occupi, difficilmente ne uscirai incolume. L’Amministrazione interviene dopo, a sgombero concluso. Dei metodi usati per metterlo in atto, della sproporzione tra “problema” e soluzione, la Giunta non si occupa. Sulla conflittualità scatenata nei quartiere per una mattina di paralisi del traffico la Giunta non ha nulla da rimproverare né a sé e né alle forze dell’ordine.
In tutto questo manca totalmente il ruolo di dialogo e mediazione, a nostro avviso fondamentale, dell’Amministrazione. Manca completamente il riconoscimento della comunità che in due anni e mezzo di assenza delle istituzioni si è creata in via de Maria. Comunità alla quale non si riconosce nessuna dignità, nessuna cittadinanza, anzi deduciamo dalle parole dell’Assessore che quella comunità va spezzata – a questo penseranno “serenamente” le forze dell’ordine -, i nuclei divisi, le persone riportate nell’alveo dell’assistenza pubblica – lo diciamo chiaramente: preziosissima e professionale, ma frustrata da tagli e mancanza di personale. Dunque non si può trattare con una collettività, non si avanzano idee innovative per la gestione dei conflitti e la creazione di servizi innovativi, non si considerano queste comunità “generative” una risorsa, ma solo un problema. Siamo al welfare state paternalistico, senza le risorse però di cui si poteva disporre qualche decennio fa.

Della risposta dell’Assessore Malagoli che dire? Più chiaro di così non poteva essere.
Chiedevamo una valutazione politica sull’allontanamento di giornalisti e rappresentanti delle istituzioni. La domanda era molto circoscritta e precisa: la Giunta di Bolgona ha un’opinione sulla limitazione del diritto di cronaca e sulla limitazione delle prerogative di un rappresentante eletto in Consiglio Comunale? A quanto pare sì. La “non” risposta di Malagoli è piuttosto esaustiva: le forze dell’ordine hanno agito bene, anzi benissimo.

Parafrasando si potrebbe dire: le domande non sono mai imbarazzanti, le risposte a volte lo sono.

In allegato i nostri quesiti

Federico Martelloni
Emily Clancy

consiglieri comunali
Gruppo Consiliare
Coalizione Civica per Bologna
Palazzo d’Accursio Piazza Maggiore 6
tel 0512193309

 


 

 

DOMANDA 1
Al Signor Sindaco
Virginio Merola
Domanda di attualità ai sensi dell’art. 58 del Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale seduta del 14 ottobre 2016

Il sottoscritto consigliere comunale Federico Martelloni, visti i fatti accaduti martedì 11 ottobre, riportati da tutti i mezzi di informazione, relativi allo sgombero dell’occupazione abitativa di via Mario de Maria, chiede al Sindaco e alla Giunta

  • se fossero stati preventivamente informati delle operazioni da parte delle autorità competenti;
  • perchè non si sia ritenuta utile la presenza dell’assessore competente in loco;
  • se abbiano notizia dell’uso di strumenti non convenzionali e di feriti durante le operazioni di sgombero;
  • se sia stato fatto tutto il possibile per evitare traumi ai minori presenti e quali azioni abbia messo in campo l’Amministrazione in questo senso;
  • come valutino in generale la conduzione delle operazioni di sgombero, sia per quanto riguarda l’incolumità delle persone presenti, sia per i disagi alla circolazione stradale e di accesso alla stazione centrale;
  • infine se e quali azioni siano state messe in campo dalla Giunta per scongiurare l’uso della forza.

Il consigliere comunale
Federico Martelloni

DOMANDA 2
Al Signor Sindaco
Virginio Merola
Domanda di attualità ai sensi dell’art. 58 del Regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale seduta del 14 ottobre 2016

La sottoscritta consigliera comunale Emily Clancy, viste le notizie circa l’allontanamento, durante le operazioni di sgombero dello stabile in via Mario de Maria, degli operatori dei mezzi di informazione e dei rappresentanti delle istituzioni, come riportato dai mezzi di informazione e come posso personalmente testimoniare, chiede al Sindaco e alla Giunta

  • se ritenga accettabile la limitazione del diritto di cronaca operata da parte della forze dell’ordine;
  • se ritenga parimenti consona la limitazione dell’esercizio della funzione di controllo operata dalla forze di pubblica sicurezza nei confronti dei rappresentanti di questo Consiglio Comunale.

La Consigliera Comunale
Emily Clancy

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi