Consiglio aperto su Casa della Salute del Quartiere Porto-Saragozza e poliambulatorio Montebello

By 9 Febbraio 2020articoli, notizie

Mercoledì 12 febbraio 2020, ore 18, sala consiliare di via dello Scalo 21.

Due mesi fa Coalizione Civica ha promosso una raccolta firme nel Quartiere Porto-Saragozza per chiedere un Consiglio aperto ai cittadini sul poliambulatorio Montebello, sulla Casa della Salute Porto-Saragozza e sullo stato dei servizi sanitari nel Quartiere.

Il poliambulatorio di via Montebello è l’unico punto prelievi pubblico disponibile in tutto il centro storico di Bologna, un servizio per anni giudicato puntuale ed efficiente dai suoi utenti. Ma nel 2019 tre sedute di prelievo (sulle 5 disponibili) sono state trasferite alla Casa della Salute del Quartiere Navile, operando una riduzione da 300 a poco più di 100 prelievi al giorno.

Anche il servizio di radiologia del Montebello sembra in programma di essere trasferito al Navile. Agli utenti della Casa della Salute del Quartiere Navile è stato promesso un servizio di radiologia, ma nessuno ha mai avvisato che sarebbe stato quello perso dagli utenti del Montebello. Contemporaneamente, non è per nulla chiaro quando e dove sarà attivata la Casa della Salute del Quartiere Porto Saragozza, da tempo promessa, né quali servizi comprenderà.

Grazie anche alla nostra richiesta e raccolta firme il Consiglio aperto è stato convocato per mercoledì 12 febbraio, alle 18, presso la sala consiliare di via dello Scalo 21, con il seguente ordine del giorno:

PRESENTAZIONE CASA DELLA SALUTE QUARTIERE PORTO-SARAGOZZA E IPOTESI  DI ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO SANITARIO TERRITORIALE , IVI COMPRESO IL POLIAMBULATORIO “MONTEBELLO”.

Saranno presenti l’Assessore Giuliano Barigazzi, con deleghe alla Sanità e Welfare e il Direttore del Distretto AUSL di Bologna, Fausto Trevisani.

Durante l’ultima campagna elettorale è stata rimarcata la qualità dei servizi sanitari nella nostra Regione. Ora è il momento di dimostrare se questa affermazione è reale: la sanità pubblica è un bene assoluto da difendere e potenziare, non un gioco di scatole da spostare. Quali servizi comprenderà la nuova Casa della Salute di Porto-Saragozza? Perché si è operata la riduzione del servizio al punto prelievi di Montebello? Possono i cittadini incidere sulle scelte che riguardano la loro salute?

Siete tutti invitati!

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi