Approvato il nostro ordine del giorno sul Transgender Day of Remembrance

By 18 Novembre 2019notizie

Il Consiglio Comunale di Bologna celebra il TDoR – Trangender Day of Remembrance del 20 Novembre, approvando l’OdG di Coalizione Civica.

L’intervento di Emily Clancy per presentare l’ordine del giorno, poi approvato nel corso della seduta.

Oggi la nostra consigliera Emily Clancy è intervenuta – come ogni anno – per ricordare l’imminente ricorrenza del Transgender Day of Remembrance.
[Qui il testo dell’intervento di inizio seduta], presentando un ordine del giorno sul tema.

Il Transgender Day of Remembrance (TDoR), si celebra annualmente il 20 Novembre, con l’obiettivo di commemorare le vittime di transfobia e promuovere la consapevolezza circa i crimini d’odio commessi ai danni delle persone transgender. Nella nostra città sarà celebrato con un presidio organizzato per il 20 Novembre alle ore 18 in Piazza Maggiore dalle associazioni MIT – Movimento Identità Trans e Gruppo Trans.

Ogni anno Transrespect versus Transphobia Worldwide, che si occupa di analizzare e monitorare i casi di violenza transfobica, pubblicato un report sul tema. Quello appena pubblicato rivela un totale di 331 casi riportati di uccisione di persone transgender nel mondo nell’ultimo anno.

La transfobia è purtroppo un fenomeno ancora molto presente in tutto il mondo, e si manifesta in comportamenti discriminanti nella società, sul posto di lavoro, fino a sfociare in aggressioni, violenza sessuale, negazione del diritto di asilo e uccisioni. Inoltre la violenza contro le persone transgender spesso si affianca ad altri assi di oppressione prevalenti nella società, quali il razzismo, il sessismo, la xenofobia, il pregiudizio contro le/i sex worker, generando una doppia discriminazione. 
Infatti la ricerca dimostra che la maggior parte delle persone transgender uccise (61%) lavorassero come sex worker e che nei paesi come Francia, Italia, Portogallo e Spagna, ovvero i paesi nei quali migrano molte persone transgender, il 65% delle vittime riportate fossero donne transgender e migranti. [Fonte: report Trans Murder Monitoring (TMM), di Transrespect versus Transphobia Worldwide (TvT)].

Questo senza contare il fatto che in molti paesi è difficile reperire i dati precisi sulle aggressioni e uccisioni motivate da transfobia, perché non correttamente riportati o riconosciuti come crimini d’odio motivati da transfobia. Anche per questo crediamo sia ancora più importante dare visibilità alle vittime di odio transfobico e promuovere iniziative di sensibilizzazione sul tema.

Per questo motivo la nostra Emily Clancy ha presentato un ordine del giorno, approvato dal Consiglio Comunale che, ricordati questi temi,
• invita il Sindaco e la Giunta ad esporre, nella giornata del 20 Novembre – in segno di solidarietà e vicinanza alla comunità e con l’obiettivo di dare la giusta visibilità, anche istituzionale, alla ricorrenza – un segno esteriore di adesione alla giornata, ad esempio l’esposizione della bandiera transgender dal balcone di Palazzo d’Accursio e/o l’illuminazione di Palazzo Re Enzo con i colori della causa.
• esprime la propria vicinanza e il proprio sostegno alla comunità LGBTI, e in particolare alla comunità transgender.

Come Coalizione Civica annunciamo fin da ora la nostra adesione al presidio organizzato il 20 Novembre alle ore 18 in Piazza Maggiore dalle associazioni MIT – Movimento Identità Trans e Gruppo Trans.

Utilizzando il sito e continuando nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi